Connessi alla Parola (21.03.2020) …per essere connessi alla Vita!

Pubblicato giorno 22 marzo 2020 - 2019-2020, All NeWs!, Animatori, Formazione, Giovani (17-25 anni), Giovani adulti (dai 25 anni), In home page, Proposte digitali, Responsabili

Two male hands; one reaching down to assist another hand reaching up with sunburst in the background
Condividi su:   Facebook Twitter Google

Cari tutti,
Il primo giorno di primavera, sabato 21 marzo, proprio nel week end in cui ci saremmo dovuti ritirare a Camperio a La Montanina col nostro vescovo, abbiamo lanciato una nuova primavera davvero! Un’iniziativa di incontro virtuale dal titolo “Connessi alla Parola”. Per 5 sabati ripercorreremo il passo del Vangelo secondo Luca (5, 1-11) attraverso alcuni spunti meditativi del gesuita cardinal Carlo Maria Martini, arcivescovo di Milano, che nel 2001/02 scrisse per la sua diocesi una breve ma profonda lettera pastorale dal titolo “Sulla tua Parola” (ed. centro ambrosiano). Infatti il tema del nostro anno pastorale è proprio questo: “Sulla tua Parola getterò le reti” (Lc 5, 5).
Ecco lo scheletro dei 5 incontri, di cui uno ha appunto già avuto luogo:

  1. Prendi il largo (Lc 5, 4);
  2. Lo stupore (Confessio laudis);
  3. La fatica della notte e il peso del peccato: “abbiamo faticato tutta la notte …” (Lc 5, 5.8);
  4. “Sulla tua Parola getterò le reti” (Confessio fidei);
  5. Ricominciare dalla Parola il nostro cammino di vita. (Confessio vitae)

Sabato scorso ho arricchito la riflessione rileggendo pure alcuni stralci significativi della lettera appassionata del nostro vescovo Valerio di sabato 14 marzo in cui annunciava a malincuore la sospensione di tutte le celebrazioni per il popolo; inoltre abbiamo corredato il tutto con un paio di filmati di riflessione sul tempo drammatico che stiamo vivendo. Gli interventi in diretta da casa dei ragazzi sono stati interessanti.

Mercoledì lanceremo un secondo momento virtuale dal titolo “Connessi alla vita”, in cui daremo spazio alle video o audio testimonianze registrate dei giovani su come stanno vivendo le giornate sotto questo regime sempre più stretto, su come affrontano il “prendere il largo” in connessione con la vita degli altri, sentendosi corresponsabili anche nella preghiera, solidali e anche al servizio dei più deboli della nostra comunità.

Continuate a seguirci! Invitate compagni a connettersi!”
GRAZIE!

don Rolando, assistente

 

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)